IPPODROMO DI BOLOGNA "ARCOVEGGIO"

Il comprensorio dell'Arcoveggio si trova nella cerchia cittadina e occupa un'area di circa 169.000 mq, di cui 54.000 sono riservati al pubblico, circa 17.000 alla pista da corsa, 16.000 a quella di allenamento, 48.000 alle scuderie e 32.000 mq sono variamente utilizzati.
La pista da corsa, lunga 804.50 metri ad un metro dalla corda interna, ha una larghezza massima, nella retta di arrivo, di 23 metri ed una minima, nelle curve, di 20 metri. Il fondo pista composto da: 20 cm di sabbia e ghiaia; 121 cm di stabilizzato; 15 cm di sabbia monogranulare; 10 cm di misto di sabbia dei Reno e polvere di frantoio proveniente dalla cava Ripa Galbana di Rimini.
Il manto sabbioso, spesso 1,5 cm, costituito da sabbia di cava lavata; per un completo ricambio occorrono 200 mc di materiale. La dirittura presenta una pendenza dei 5% ; le curve, una pendenza massima dei 10,50%. La pista munita di guard-rail metallico alto circa 50 cm ed esternamente recintata con uno steccato, alto circa 1 metro, nella zona di accesso per il pubblico e con una siepe verde nel restante tratto.
La pista di allenamento, lunga 720 metri ad un metro dalla corda interna, si trova nella stessa area di quella da corsa. Un tondino in sabbia consente il passeggio dei cavalli. Un'autobotte provvede all'innaffiamento delle piste.
Il settore scuderie (438 boxes) comprende 38 sellerie, 18 magazzini, 4 mascalcie, una letamaia, servizio veterinario, ambulatorio veterinario, boxes di isolamento, alloggi e servizi per il personale, mensa, ristorante, bar e parcheggio riservato. Il recinto che ospita il pubblico ha una capacit di 10.000 spettatori con 2.500 posti a sedere. Sempre al pubblico riservato il parcheggio situato all'esterno dell'ippodromo, in grado di ospitare l. 100 vetture. Un ristorante, una tavola calda, due bar, un parco-giochi per bambini ed un pronto soccorso completano i servizi dell'ippodromo.
L'ippodromo attrezzato per lo svolgimento di corse in notturna.
Quattro telecamere riprendono le corse; il pubblico pu seguire le competizioni attraverso 30 monitors. L'ippodromo dotato di fotofinish e di due autostarts.
Tutte le scommesse al totalizzatore sono gestite elettronicamente sia per l'accettazione che per il pagamento; quote eventuali per il vincente e l'accoppiata ed informazioni sulle altre scommesse sono fornite al pubblico in continuo aggiornamento mediante un apposito sistema televisivo. Il sistema di raccolta delle scommesse completato dagli allibratori e da un'agenzia ippica.